Monastero di Rila, Bulgaria

Siamo partiti da Salonicco dopo la prima colazione e dopo circa 3 ore in pullman abbiamo raggiunto il confine con la Bulgaria. La Bulgaria è da poco entrata nella comunità europea e ci è sembrato che i poliziotti della frontiera prendono un po' troppo sul serio questo fatto: hanno copiato tutti i documenti di viaggio che avevamo facendoci perder circa un ora e mezza. Passata la dogana, ci volevano altre 2 ore per raggiungere il monastero di Rila. I paesaggi che si presentavano erano belli, una pianura tutta verde e nella lontananza le montagne coperte dalla neve.

Il monastero di Rila si trova sull'omonimo monte, ad un'altitudine di circa 1140 m. E' stato fondato nel X secolo dall'eremita San Giovanni di Rila (in bulgaro Ivan Rilski) e da allora è stato due volte distrutto e ricostruito. All'inizio è stata costruita soltanto la chiesa centrale, ma dopo numerosi attacchi subiti attorno è stato costruito un vero e proprio castello. Nei secoli del dominio ottomano gli sono stati confermati dai sultani i privilegi ottenuti in precedenza dai re bulgari, e così rappresentava un riferimento spirituale e anche culturale per tutti i bulgari.
Il monastero di Rila è iscritto nell'elenco dell'UNESCO dei patrimoni dell'umanità.

Sulle fotografie sottostanti si possono ammirare alcuni dei numerosi affreschi presenti sulle facciate della chiesa del convento. Purtroppo, all'interno della chiesa era vietato fotografare.

La storia di San Giovanni di Rila

Nell'anno 865 il principe Boris I convertì i bulgari al cristianesimo. Bulgaria si aggiunse, così, alla lista dei paesi europei cristiani. Le virtù cristiane diventarono un modello e il popolo le seguì in tutte le loro forme. Il primo dei santi monasteri fu fondato e molti uomini di Dio cominciarono il loro ritiro spirituale .
Dio scelse le montagne di Rila come un buon posto per la conquista ed il miglioramento spirituale. Il venerabile San Giovanni di Rila, l’uomo dei miracoli, nacque intorno al 876 e scelse le montagne di Rila come il luogo di insediamento. Tutte le chiese ortodosse l’ho rispettavano e l’ho lodavano. Nacque nel villaggio di Skrino vicino alla città di Boboshevo (vicino a Doupnitza). Diventò un monaco in uno dei vicini monasteri situati nelle montagne di Ruen, all’età di 25 anni. Cosi iniziò la sua difficile ma, gloriosa strada verso la perfezione spirituale.
Qualche anno più tardi i suoi passi l’ho portarono nell’area selvatica delle montagne di Rila. Si dedicò interamente ad una vita isolata, caratterizzata dalle continue preghiere. Le rocce furono il suo letto ed il cielo la sua coperta. Visse dodici anni in una fredda caverna (senza nessuna amenità fisica) e per sette anni scelse la terra ed il cielo stellato per i propri sogni. Attraverso la sua forte fede in Dio, attraverso le preghiere ed il digiuno riuscì a resistere alla tentazione del diavolo.
Fu il fondatore del monasterismo bulgaro e fondò una grande confraternita dei suoi discepoli e dei suoi seguaci. Morì il 18 agosto del 946.

Sud Balcani
Pagina iniziale

Meteore

Salonicco

Monte Athos

Rila

Ohrid

Albania

Ritorno


Extra
Al Bordo

Saga Serba

Foto di Pino

Gironzolando
nella rete