Albania

Al mattina presto siamo partiti dal nostro albergo di Ohrid verso l'Albania, dove nel pomeriggio dovevamo prendere il traghetto per ritornare in Italia. Visto l'andamento del giorno precedente, abbiamo saltato la visita programmata ad alcuni monasteri ortodossi che si trovavano sulla sponda del lago, per paura che qualche intoppo sulla frontiera tra la Macedonia e l'Albania ci facesse perdere troppo tempo. Alla fine non ci sono stati problemi.

Molti di noi si sono trovati per la prima volta in Albania ed i primi paesaggi che abbiamo visto dal pullman erano un po' particolari: tantissimi bunker, sia nella zona del confine con la Macedonia, ma anche nell'entroterra e moltissimi rifiuti sparsi nei paesi che abbiamo passato, accanto alle strada e nei campi.

Ci siamo fermati per il pranzo nella città di Elbasan. La periferia della città è molto brutta, con le case vecchie e mal tenute, ma verso il centro della città la situazione è decisamente migliorata: ci sono degli edifici nuovi, quelli ristrutturati e ci sono molti lavori in corso per rimbellire la città. Ma il ristorante ci ha fornito una bella sorpresa: è situato all'interno di una vecchia muraglia, immerso nel verde, con tante palme. Il cibo era stato molto buono e abbiamo sfruttato l'occasione per ringraziare il nostro autista Benito per la sua guida sicura e la pazienza con la quale ci ha sempre sopportati.

Il viaggio è proseguito per Durazzo e, prima di arrivarci, siamo passati anche per le strade di Tirana. L'ora di partenza del tragetto si era avvicinata, il tempo era piovoso e così ci siamo accontentati soltanto di una visita panoramica della città. C'erano degli edifici molto colorati: era il modo più veloce per gli albanesi, dopo la caduta del regime, di introdurre le novità nella vita quotidiana. Ci sono anche molti cantieri degli edifici nuovi e delle strade, il segno che l'Albania sta cambiando velocemente e andando verso uno stile di vita occidentale.

Ecco una foto fatta dalla nostra nave prima della partenza dal porto di Durazzo. Molto, molto pittoresco, ma probabilmente, tra qualche anno, entrando nella corrente generale della globalizzazione, questo panorama cambierà moltissimo, come tante altre cose che abbiamo visto in questo viaggio.

Sud Balcani
Pagina iniziale

Meteore

Salonicco

Monte Athos

Rila

Ohrid

Albania

Ritorno


Extra
Al Bordo

Saga Serba

Foto di Pino

Gironzolando
nella rete